Editoriale

Con questo numero il Journal of Culinary Nutrition fa un ulteriore passo avanti. Non solo per la nuova veste grafica ma anche dal punto di vista qualitativo. Dopo un anno di vita e dopo avere affrontato i più svariati temi sia culturalmente che dal lato della pratica quotidiana, nella scelta e preparazione dei cibi, il nostro Journal affronta sempre più in profondità le tematiche relative alla filosofia che sta alla base del master di Cucina Evolution e cerca di familiarizzare ancora di più con le tematiche ad essa connesse. In questo numero parleremo di singoli alimenti, ma anche di strategie personali per avvicinarci , con Silvia Brazzo, al buon cibo ma in condizioni di sicurezza nutrizionale, dando vita ad un modo quasi interattivo di comunicare con il lettore , che viene praticamente guidato nella lettura dell’articolo ed invitato a valutare come una abitudine alimentare inveterata si possa modificare tenendo in considerazione il gusto ma anche la buona salute; Chiara Manzi, con il suo caratteristico rigore, ci guida, con tanto di tabelle e rifermenti scientifici in una sorta di rivisitazione di affermazioni sui germogli, pubblicate altrove, dimostrando come a volte la superficialità possa condurre a disseminare affermazioni scientificamente non supportate . Ancora Chiara dopo un accenno a porre maggiore attenzione al contenuto in fibra dei singoli alimenti conclude con alcuni consigli pratici su come scegliere ed utilizzare i germogli. Ilaria Proietti, riprendendo un articolo pubblicato sul NEJM, affronta il tema della protezione che la frutta fresca può dare nei confronti di alcune malattie, principalmente cardiovascolari, e Francesca Grisenti riferisce di uno studio condotto da lei stessa sul valore della Dieta Vegetariana sottolineandone luci ed ombre e Giuseppe De Carlo focalizza la Sua e nostra attenzione sul sale da cucina, sui pericoli e gli usi inappropriati che se ne fanno. Massimiliano Rinaldi e Antonio Mazzone chiariscono ruolo , caratteristiche , occasione di formazione e possibilità di contrastare la formazione dei Prodotti di Glicazione Avanzata , fornendo un ulteriore contributo all’impianto teorico che sta alla base della Cucina Evolution. Massimo Salvadei, infine, narra le ragioni e le modalità del proprio percorso di avvicinamento al mondo di Cucina Evolution , inserendo aspetti personali ma che certamente possono essere condivisi da molti e Maria Mattera inaugura una delle nuove Rubriche proponendo in versione Cucina Evolution uno tra i più classici Primi : la Pasta all’Amatriciana, dimostrando che buono e salute possono e devono convivere.

SCARICA IL PDF DEL JOURNAL OF CULINARY NUTRITION

In generale si tratta di un numero ricco di spunti e temi che approfondiscono tematiche note e ne aprono di nuove, e che , come è nostra abitudine, non si limitano alla denuncia od alla critica ma accanto a questa indicano metodologie e modalità di correzione delle cattive abitudini o consigli su come utilizzare al meglio cibi ed alimenti al fine di preservarne il gusto ma avendo sempre come obiettivo centrale la sicurezza nutrizionale.

La nuova veste grafica esalta ancora di più questi contenuti e la prossima suddivisione in rubriche e pagine speciali renderà il Journal ancora più piacevole da leggere, rendendolo uno strumento di consultazione quotidiano oltreché un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono abbinare ad un buon cibo anche la buona salute. A tutti quindi appuntamento ai prossimi numeri con nuove rubriche, nuove tematiche, nuovi metodi di partecipazione interattivi, ma anche nuove opportunità di interagire e collaborare con noi ed il Mondo di Cucina Evolution.

 

Michele Rubbini

Editor